19 settembre 2020
Aggiornato 16:30
La deputata contro il governatore ligure

Ravetto: Toti cambia idea improvvisamente sulle primarie

Laura Ravetto, deputata di Forza Italia, intervistata da 'la Repubblica', commenta la situazione attuale del centrodestra soffermandosi sulla questione primarie: con queste si finisce a fare il giochino di Matteo Renzi

ROMA (askanews) - «Non capisco perché Giovanni Toti abbia cambiato idea dopo essere stato un fiero oppositore delle primarie. Vedo la tendenza a massimizzare gli utili e socializzare le perdite», ovvero «le primarie non vanno bene quando si viene nominati da Berlusconi, invece fanno comodo per far sfracellare contro un muro gli altri. Vanno bene per scegliere tutti tranne se stessi». Così Laura Ravetto, deputata di Forza Italia, intervistata da 'la Repubblica'.

Lui nominato
«Giovanni è un amico - ha continuato -, ma non mi pare che in Liguria ci siano state primarie. Mi pare surreale che Giovanni, indicato da Berlusconi, debba dire a noi lombardi di fare le primarie per il sindaco di Milano».

Toti fa il giochino di Renzi
E rispondendo alla domanda se Berlusconi dicendo no alle primarie vuole tenere bloccato il centrodestra per fare un favore a Renzi, Ravetto ha detto: «E' proprio il contrario! A fare il giochino di Renzi sono quei colleghi di Forza Italia che parlano di riforme costituzionali e di primarie. Cose di cui dubito che ai nostri elettori interessi qualcosa. E invece dovremmo piantare i nostri chiodi sul programma: immigrazione, tasse, limite di utilizzo del contante. La nota di Berlusconi - ha concluso - io la interpreto così: ragazzi, basta di parlare di cose che non interessano a nessuno».