24 agosto 2019
Aggiornato 18:30
Manifestazione indetta per il 3 settembre

I presidenti dei Municipi scendono in piazza contro le mafie

Contro la cultura dell'illegalità e contro le mafie che credono di potersi «sostituire alla buona politica», il 3 settembre prossimo i presidenti dei Municipi di Roma aderiscono «con fermezza e convinzione» alla manifestazione organizzata a Piazza Don Bosco

ROMA (askanews) - «Governare la città di Roma è un onore ed è a questo onore che va restituito un senso: aderiamo con fermezza e convinzione alla manifestazione del 3 settembre a Piazza Don Bosco contro la cultura dell'illegalità e contro quelle mafie che pensano di potersi sostituire alla buona politica e ai tanti giovani amministratori che con coraggio hanno scelto di scendere in campo e metterci la faccia». Così in una nota i presidenti dei Municipi di Roma.

La parte migliore della città
«Il ricambio generazionale avviato in Consiglio comunale e nei Municipi di Roma è quella parte migliore della città che non vuole tirarsi indietro, ma anzi chiede a tutti di farsi forza unitaria e di popolo per un futuro di speranza e legalità», prosegue la nota.

Per una Roma della legalità
«Roma è la nostra città e non intendiamo fare un passo indietro nella battaglia che le forze di maggioranza tutte e il sindaco Marino hanno avviato contro un sistema colluso che in città imperava da anni. Aderiamo dunque alla manifestazione del 3 settembre e lo faremo con le fasce che ci ricordano l'onore e l'orgoglio di governare la città più bella del mondo», conclude infine la nota dei presidenti dei Municipi romani.