15 aprile 2021
Aggiornato 00:00
Regione Campania

Ecco la Giunta De Luca: snella, in rosa e «a sorpresa»

La vera novità del nuovo esecutivo campano (che sarà ufficiale dopo la seduta d'insediamento del Consiglio Regionale del prossimo 9 luglio) è di essere snella, molto «rosa» e sganciata dalla stretta logica dei partiti.

NAPOLI (askanews) - La maggior parte dei componenti della giunta campana, appena nominata da Vincenzo De Luca, hanno rappresentato una «sorpresa» anche per i suoi più fidi collaboratori e artefici della vittoria del 31 maggio. Al termine dell'affollatissima conferenza stampa in sala giunta, alcuni degli uomini più vicini a De Luca si lasciano sfuggire che, in realtà, i nomi elencati dal presidente della Campania li hanno ascoltarti per la prima volta solo questa mattina.

Perché la vera novità del nuovo esecutivo campano (che sarà ufficiale dopo la seduta d'insediamento del Consiglio Regionale del prossimo 9 luglio) è di essere snella, molto «rosa» e sganciata dalla stretta logica dei partiti. Su otto assessori, sei sono donne (tutte esperte o docenti presso le università campane e italiane). Dei soli due uomini presenti prevale il ruolo da stratega politico deluchiano di Fulvio Bonavitacola, deputato Pd. Ma non è da sottovalutare quello di Amedeo Lepore, economista con incarichi in atenei statali e privati che vanta un passato di assessore all'edilizia del Comune di Napoli tra il 2000 e il 2001. A Bonavitacola l'arduo compito di svolgere il ruolo di vice presidente oltre a ricoprire le deleghe dell'Urbanistica e dell'Ambiente. A Lepore un altro settore decisivo, quello delle Attività produttive cui, forse, potrebbe aggiungersi il Turismo. Una delega, quest'ultima, che il presidente De Luca ha detto che forse condividerà con il titolare.

Delle sei donne che saranno assessori della giunta De Luca la più giovane è la napoletana Chiara Marciani, classe '77, che si occuperà di Formazione e Pari Opportunità. Ha 41 anni Lucia Fortini, partenopea, che riceve le deleghe alla Scuola e alle Politiche Sociali. Siciliana di nascita e residente a Piedimonte Matese (Caserta) la quarantaduenne Sonia Palmeri, assessore alle Risorse Umane e al Lavoro. Si occuperà di internazionalizzazione e start up Valeria Fascione, napoletana doc, 48 anni.

Mentre guiderà l'assessorato sui Fondi Europei Serena Angioli, romana, del 1963. Delega pesante e delicata quella della più anziana ed esperta dell'esecutivo deluchiano Lidia D'Alessio che guiderà il Bilancio. nata a Caserta, nel 1946, D'Alessio vanta un curriculum corposo con numerosi incarichi di professore ordinario in Atenei italiani (da quella di Cagliari alla Sapienza, dalla Luiss a Roma Tre).