5 giugno 2020
Aggiornato 02:00
Expo 2015

Maroni: «Padiglioni pronti entro il 30 aprile»

Il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, ha presentato il piano straordinario Expo Saute, e assicurato tutta l'eccellenza possibile per l'evento che coinvolgerà l'Italia.

Milano (askanews) - Il presidente della regione Lombardia, Roberto Maroni, ha presentato il piano straordinario Expo Saute, e assicurato tutta l'eccellenza possibile per l'evento che coinvolgerà tutta l'Italia.

E' pronto il Piano straordinario Expo Salute
«Questo è un intervento importante di Regione Lombardia, che attiva un sistema h 24, 7 giorni su 7, per tutti i sei mesi dell'Esposizione universale: vogliamo garantire il massimo dell'assistenza per qualsiasi tipo di emergenza». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che, questa mattina, insieme al vicepresidente e assessore alla Salute Mario Mantovani, ha presentato il 'Piano straordinario Expo Salute' all'ospedale Sacco di Milano. «Con questo piano - ha assicurato il presidente - il sistema sanitario lombardo è pronto a gestire qualunque evenienza, senza escludere nulla». L'arrivo delle attese decine di migliaia di visitatori ogni giorno non graverà sui Pronto soccorso. «Lo sforzo che abbiamo fatto - ha spiegato il governatore - è proprio questo: il piano straordinario prevede in maniera moto dettagliata tutta una serie di iniziative, perché il sistema sia in grado di affrontare qualunque situazione nel modo migliore. Expo sarà una grande festa - ha proseguito Maroni - e una grande occasione di sviluppo economico per la Lombardia. Noi dobbiamo essere in grado di gestire ogni emergenza, ma non è detto che queste si verificheranno».

La nostra regione ha un sistema sanitario d'eccellenza
La sicurezza di aver approntato un piano all'altezza della situazione, ha proseguito il presidente lombardo, «ce l'ho anche perché la nostra Regione ha un Sistema sanitario d'eccellenza, che conta medici, infermieri e personale sanitario che svolgono il loro lavoro con passione e competenza. Noi abbiamo messo in rete tutte queste professionalità, calibrandole su un evento eccezionale come Expo. Sono soddisfatto del lavoro svolto e sono certo che sarà all'altezza della situazione. Se, come penso, verificheremo che il sistema approntato per i prossimi sei mesi funzionerà bene - ha concluso Maroni - potremo prendere spunto per migliorare ulteriormente la riforma del Sistema socio-sanitario lombardo che stiamo definendo e che vogliamo approvare entro l'estate».

Padiglioni pronti entro il 30 aprile
«L'altra sera abbiamo fatto un incontro per l'ordine e la sicurezza in Prefettura con il ministro dell'Interno e c'era anche il commissario Expo, Giuseppe Sala, che ha la responsabilità dei lavori e ha garantito che tutti i padiglioni saranno pronti per il 30 aprile: naturalmente c'è da crederci e penso che, se qualche dettaglio non sarà pronto il 30 aprile, sarà pronto qualche giorno dopo, ma l'evento dura sei mesi». Lo ha affermato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo in diretta, questa mattina, alla trasmissione '24 Mattino' su Radio24.

Expo è una grande opportunità per il turismo regionale
«Expo è una grande opportunità. Voglio che questi 20 milioni di visitatori che verranno qui per l'Expo diventino turisti e tornino negli anni successivi, per questo noi abbiamo messo in atto delle iniziative di promozione dei nostri territori. La Lombardia - ha proseguito Maroni - ha 10 siti Unesco e sto promuovendo il nostro territorio, perché voglio che questi visitatori possano poi diventare turisti dei nostri laghi e delle nostre montagne. Ci saranno poi opportunità - ha aggiunto Maroni - di incontri b2b per le nostre imprese nei confronti dei Paesi che hanno bisogno di investimenti e offrono lavoro e, al tempo stesso, c'è l'occasione di promuovere le nostre regioni come luogo dove si può investire. Per questo - ha concluso - noi abbiamo nel nostro padiglione, che chiamiamo 'Pianeta Lombardia', un luogo dove fare incontri b2b tra i nostri imprenditori e tutto il mondo che passerà da lì».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal