22 ottobre 2021
Aggiornato 12:30
La polemica

Di Paolo: «Fuori il Lazio da AltaRoma»

Duro il consigliere della Regione, Pietro Di Paolo: «Questo inutile carrozzone chiamato AltaRoma resiste a qualunque sforbiciata. Zingaretti non faccia il cameriere di Renzi e liberi il Lazio da questa partita di giro».

ROMA - «Lo dissi un anno fa. La Regione Lazio era pronta ad uscire da AltaRoma, poi Zingaretti ha fatto vigliaccamente marcia indietro. Già durante la discussione del collegato alla finanziaria del 2014 avevo presentato un emendamento affinché la Giunta desse seguito al percorso avviato nel 2010 quando era stata approvata una norma per la cessazione della partecipazione societaria della Regione, invece Zingaretti ha deciso di cambiare le carte in tavola e ha confermato l'assurda presenza della Regione dentro AltaRoma». E' quanto dichiara il consigliere della Regione Lazio, Pietro Di Paolo.

«E di nuovo - aggiunge - durante l'approvazione del bilancio 2015, c'era l'occasione di mettere fine a questo accanimento terapeutico verso AltaRoma, ma Zingaretti e Fabiani si sono ostinati a scommettere su una partita oggettivamente fallita, stanziando in extremis arrivati 480mila euro per salvare le sfilate di gennaio. Un'insistenza ingiustificata a favore di una struttura che ha prodotto solo debiti e nessun vantaggio per le imprese del Lazio, e che oggi torna sotto i riflettori delle cronache soltanto perché ci sono poltrone da distribuire. Guarda caso, pure il governo sarebbe interessato a fare la sua parte, anche economica, a condizione di avere un cda di alto profilo, su cui peraltro circolano nomi di dubbia competenza. In poche parole si deve garantire una di quelle poltrone a qualcuno vicino al premier».

«Zingaretti faccia per una volta il presidente di questa Regione, se ne è capace - conclude il consigliere regionale Di Paolo - da due anni ci stordisce con la cantilena sui risparmi, sul Lazio non più sprecone e, a colpi di slogan, vorrebbe tagliare tutto quello che gli passa sotto il naso. Eppure questo inutile carrozzone chiamato AltaRoma resiste a qualunque sforbiciata. Zingaretti non faccia il cameriere di Renzi e liberi il Lazio da questa partita di giro in cui il Lazio ha solo da perdere».