17 agosto 2019
Aggiornato 15:00

Salvini: «Alleanza con Alfano? Non c'è posto per i riciclati incoerenti»

Il leader del Carroccio boccia in toto l'idea di un patto con il Nuove Centrodestra di Angelino Alfano, ma è ambiguo su Forza Italia. Intanto pensa al partito unico che abbracci tutto il Paese, anche il sud: «Bisogna costruire un progetto serio per chi non è di sinistra».

ROMA - Alle elezioni regionali per la Lega «sicuramente nessuna alleanza con Ncd, che penso sparirà di qui a breve perchè ha preferito le poltrone alla coerenza». Mentre «per quanto riguarda Forza Italia quando avranno finito di litigare e di fare da stampella a Renzi ne riparleremo». Lo ha detto Matteo Salvini, stamattina ai microfoni del Gr1 Rai.

UN PROGETTO SERIO, SENZA NCD«Bisogna costruire un progetto serio e coerente - ha proseguito il leader della Lega - per riportare un po' di fiducia in quei milioni di italiani che non sono di sinistra e che non sono abituati a essere camerieri di Renzi e di Bruxelles. Non mi sento leader di niente e di nessuno - ha precisato rispondendo alla domanda se si senta lui il leader del centrodestra - però stiamo proponendo agli italiani un progetto di vita prima ancora che politico, alternativo a quello di Renzi. Chi ci ama ci segua». Quanto all'ipotesi che la Lega accolga i transfughi del partito di Alfano, Salvini ha risposto: «Non siamo un tram per garantire poltrone ai riciclati. Valuteremo caso per caso».

MATTARELLA COME MONTI - «La prima giornata di Mattarella mi ricorda la prima giornata di Mario Monti tre anni fa: il parrucchiere di Monti, la sobrietà, Monti è andato a messa, i bei capelli bianchi di Monti. Mi auguro che Mattarella non faccia la misera fine di Monti». Così ha detto Matteo Salvini ospite ad Agorà su Rai3. «Anche a me piace uno che vada a messa, però guardiamo i contenuti. Sono disponibile ad andare ad incontrare Mattarella, anche se noi non lo abbiamo votato perchè lontano anni luce dalla nostra cultura politica: è cresciuto con De Mita, Andreotti, ha fondato l'Ulivo, il Partito Democratico. Quindi - ha proseguito Salvini - mi si permetta, in democrazia, di dire che non è esattamente 'il nuovo che avanza', il moderno, il liberale. Ma vorrei andare a chiedergli che intenzioni ha sulla riforma Fornero sulle pensioni. Ho pronti tre o quattro dossier con proposte di legge della Lega, per andare ad incontrare Mattarella e chiedergli come ha intenzione di sollecitare Renzi, che mi sembra sia in tutt'altre faccende affaccendato».