20 novembre 2019
Aggiornato 20:30
Nel momento critico Marino parte per Milano

Alemanno: «Il sindaco prima allarma, poi se ne va»

In una nota l'ex sindaco della capitale Gianni Alemanno torna a criticare l'attuale inquilino del Campidoglio, Ignazio Marino, sulle decisioni prese nella giornata di ieri in merito al maltempo che oggi e domani dovrebbe abbattersi sulla città. Alemanno accusa Marino: «Nei momenti più delicati lascia sempre la città».

ROMA - In una nota l'ex sindaco della capitale Gianni Alemanno torna a criticare l'attuale inquilino del Campidoglio, Ignazio Marino, sulle decisioni prese nella giornata di ieri in merito al maltempo che oggi e domani dovrebbe abbattersi sulla città. Alemanno scrive: «Il sindaco Marino se ne va sempre da Roma nei momenti più delicati. Oggi che continua ad essere prevista una grave allerta meteo con precipitazioni eccezionali sulla città è venuto qui a Milano al congresso dell'Anci dove non svolge nessun ruolo specifico e secondo il programma soltanto domani alle ore 11 dovrebbe partecipare ad una semplice tavola rotonda sulle città metropolitane». E sottolinea ancora: «Non c'è nessuna notizia di una riunione nella giornata di oggi sulla ripartizione dei fondi per il dissesto idrogeologico a cui lui ha dichiarato di voler partecipare per giustificare la sua assenza da Roma».

MARINO INGIUSTIFICABILE - L'attacco dell'ex primo cittadino romano nei confronti di quello attuale continuano e Alemanno sostiene con forza che Marino oggi non dovrà partecipare a nessun evento di particolare importanza tale da giustificare la sua assenza nella città che guida. Afferma, infatti, l'esponente di Fratelli d'Italia e conclude: «Immagino che dopo questa mia dichiarazione il Sindaco dirà di aver partecipato a qualche riunione informale su questi temi ma mi pare sconcertante che un sindaco non solo abbandoni la propria città ma si inventi alibi inesistenti per giustificare una simile fuga».

LA PREFETTURA SOSTITUISCE IL SINDACO - Gli attacchi di oggi arrivano, però, dopo quelli sferrati ieri, sempre da Gianni Alemanno, che sul suo profilo Facebook denunciava l'inadempienza al dovere di Ignazio Marino, che, incapace di fronteggiare qualsiasi tipo di problema nella Capitale, è stato sostituito dal prefetto di Roma. Afferma, infatti, Alemanno: «È singolare che la decisione di chiudere le scuole a Roma domani per l'allerta meteo che dovrebbe investire la Capitale nelle prossime ore sia stata presa dalla Prefettura e non dal sindaco Marino. È evidente che il senso di responsabilità del Prefetto ancora una volta supplisce la totale assenza e inadeguatezza del sindaco Marino che non si preoccupa neppure di tutelare l'incolumità dei cittadini».