20 luglio 2024
Aggiornato 15:30
La polemica con il comune di Roma

Maltempo, Protezione Civile: Ogni giorno previsione specifica per Roma

Sindaci hanno responsabilità di adottare misure preventive. Cancellieri: è inutile cercare capri espiatori. Legambiente: «Interventi strutturali per adeguare le città alle emergenze climatiche sempre più frequenti». Al Centro-Sud in arrivo nuova neve anche in pianura

ROMA - «Seppure non previsto dalle vigenti procedure nazionali, nello spirito di collaborazione fino ad oggi mantenuto e per prassi consolidata dal 2006», il settore meteo del centro funzionale centrale del dipartimento della protezione civile «predispone e trasmette quotidianamente, fra le 12 e le 14, una previsione specifica per il Comune di Roma». Lo si legge in una nota che il dipartimento della protezione civile ha inviato, insieme alle previsioni meteorologiche per le prossime ore, alla protezione civile di Roma Capitale.
«Ferme le tempistiche e modalità di attivazione del Sistema di allertamento nazionale, i sindaci, nella propria responsabilità - prosegue la protezione civile - adottano i provvedimenti e le misure di carattere preventivo ed emergenziale occorrenti alla tutela della pubblica e privata incolumità». Il Dipartimento, inoltre, «predispone e rende disponibile, specificatamente al Centro Funzionale della Regione Lazio la previsione meteorologica a scala regionale al fine della valutazione delle criticità idrogeologiche e idrauliche attese e rappresentate entro le 16 nel Bollettino di criticità nazionale; tale procedura, a carattere sperimentale e non formalizzata, è attuata nelle more dell'attivazione del Centro Funzionale regionale».
«Poiché ogni previsione meteorologica è necessariamente espressa in termini probabilistici, si rammenta infine, qualora ce ne fosse bisogno - prosegue il dipartimento - che il livello locale deve adottare strumenti di pianificazione ed organizzazione delle risorse umane e strumentali disponibili per approntare, in tempi congrui, le misure preventive necessarie a garantire la tutela della pubblica e priva incolumità». (segue)

Cancellieri: è inutile cercare capri espiatori - Sulle polemiche tra il sindaco di Roma Gianni Alemanno e la Protezione civile, interviene il ministro dell'interno Annamaria Cancellieri con un'intervista rilasciata a Il Messaggero. Per il ministro, la gestione dell'emergenza «una bella figura non ce la fa fare. Soprattutto, ciò che rovina l'immagine del nostro Paese, in questa situazione d'emergenza molto vasta, complessa e che ha messo in difficoltà le strutture portanti della nazione, è il chiacchiericcio, gli scontri pubblici, le diatribe personali. Le istituzioni devono fare le istituzioni».

Legambiente: «Interventi strutturali per adeguare le città alle emergenze climatiche sempre più frequenti» - «Le città oggi implicano i movimenti di milioni di persone che quotidianamente si recano sui luoghi di lavoro e di studio. Dal 1984 ad oggi si sono moltiplicate le auto in circolazione e le città sono rimaste sostanzialmente ancorate allo stesso modello di sviluppo che si traduce essenzialmente in una continua espansione del cemento e del costruito. Nel contempo, la maggior parte delle amministrazioni locali risulta impreparata ad affrontare le situazioni difficili perché incapace di pensare città diverse e di predisporre interventi di tipo strutturale per rispondere alle emergenze». Così Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente è intervenuto oggi nelle polemiche in corso sull'emergenza neve e le tante situazioni di disagio subite dai cittadini.

Al Centro-Sud in arrivo nuova neve anche in pianura - A causa di una vasta area depressionaria che staziona sull'Europa del Nord e si estende fino al bacino del Mediterraneo, nelle prossime ore si attende sull'Italia tempo ancora perturbato, specialmente al Sud e sul versante adriatico, con nevicate fino a quote di pianura su Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, sui settori orientali della Toscana e sul Lazio centro-orientale.
Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quelli già diffusi e che prevede dal pomeriggio-sera di oggi il persistere di nevicate fino a quote di pianura su Emilia-Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Campania, sui settori orientali della Toscana e sul Lazio centro-orientale.
Su Sardegna, Basilicata, Puglia centro-settentrionale e zone settentrionali della Calabria la quota neve sale a 100-300 metri, mentre sui restanti settori della Calabria e sulla Sicilia sono previste nevicate al di sopra dei 400/600 metri.
I quantitativi cumulati saranno deboli sul Lazio o localmente moderati sui rilievi, generalmente moderati sulle restanti regioni. Previsti abbondanti cumuli, invece, e fino a localmente elevati, sui settori interni delle regioni meridionali.

FP CGIL: Da Alemanno polemica inutile così il sistema non funziona - «Lo spettacolo imbarazzante fornito dal Sindaco della Capitale durante l'emergenza neve, il presenzialismo televisivo e la virulenta polemica nei confronti del Capo della Protezione Civile, non contribuiscono ad affrontare i problemi né tanto meno a risolverli. Il sistema di Protezione Civile è fortemente indebolito e noi stessi da tempo avanziamo una proposta di riforma organica, che tenga dentro tutti i pezzi e li coordini, ma con questi toni e con questi argomenti non si apre nessuna discussione costruttiva», con queste parole Rossana Dettori, Segretaria Generale della FP CGIL Nazionale, interviene nel dibattito scatenato dall'acceso botta e risposta intercorso nel fine settimana tra il Prefetto Franco Gabrielli e il Sindaco Gianni Alemanno.

Altipiani di Arcinazzo (RM): Salvate 3 famiglie rimaste isolate - Ieri sera, i Carabinieri della Stazione di Affile, insieme ad alcuni volontari del posto, sono riusciti a raggiungere a bordo di un trattore una zona isolata degli Altipiani di Arcinazzo dove 3 nuclei familiari, da tre giorni, erano rimasti intrappolati in un residence, a causa delle abbondanti nevicate del fine settimana. Per avvicinarsi alle loro abitazioni, i Carabinieri e i volontari hanno impiegato 4 ore, durante le quali hanno dovuto tagliare diversi alberi che, caduti in strada, ostruivano il passaggio.
Lungo la strada, al buio e a una temperatura di -10°, hanno salvato, quasi assiderato, un nigeriano di 40 anni che era uscito a piedi dal residence alla ricerca di cibo per sé e per gli altri. Tutte le persone soccorse sono state accompagnate al sicuro e al caldo presso una struttura alberghiera della zona.

A Roma scuole chiuse anche domani - A Roma scuole chiuse anche domani. Il sindaco Gianni Alemanno ha infatti firmato un'ordinanza per mantenere domani la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. D'intesa con il Prefetto, gli uffici pubblici, che per tutta la giornata di oggi rimarranno chiusi, domani saranno riaperti normalmente, anche per coordinare la riapertura delle scuole nella giornata di dopodomani. È quanto si legge sul sito internet del Campidoglio. Si tratta del terzo giorno di chiusura consecutiva delle scuole: lo scorso venerdì c'era stato lo stop delle lezioni, mentre da sabato gli istituti scolastici sono chiusi.