6 dicembre 2019
Aggiornato 05:30

Mandelli: «Quello di Perugia è un risultato importante in un momento particolare per Forza Italia»

Il senatore di Fi: «Siamo stati costretti ad una campagna elettorale con il nostro leader privato, ingiustamente, di una piena agibilità. E sappiamo quanto sia importante Silvio Berlusconi e quanto sia determinante il suo impegno per le elezioni»

ROMA - «Quello di Perugia è un risultato importante in un momento particolare per Forza Italia: siamo stati costretti ad una campagna elettorale con il nostro leader privato, ingiustamente, di una piena agibilità. E sappiamo quanto sia importante Silvio Berlusconi e quanto sia determinante il suo impegno per le elezioni». Lo ha detto, a Tgcom24, il senatore di Forza Italia Andrea Mandelli, sottolineando che bisogna ripartire da «casi come quello di Perugia, portando avanti il nostro progetto per un centrodestra vincente, perché quando non ci presentiamo uniti incontriamo difficoltà». «Spiace invece per Alessandro Cattaneo, un bravo amministratore penalizzato soprattutto - ha osservato - dalla minore partecipazione al voto. Sono convinto che il risultato di Pavia non sia una bocciatura a Cattaneo ma una contingenza elettorale che mette in evidenza, però, una costante: la scarsa affluenza al secondo turno. E' possibile che gli ultimi scandali abbiano contribuito a questa disaffezione verso la politica, ma credo vada tenuto conto - ha concluso Mandelli - di questa refrattarietà ai due turni elettorali nel momento in cui si stanno scrivendo nuove regole del gioco democratico».