7 dicembre 2019
Aggiornato 16:00

Fidanza (Fdi): «L'Ue ha sbugiardato il premier e tutto il governo»

L'Europarlamentare: « Il parere negativo della Commissione europea sulla legge di stabilità ha detto che non è vero che i conti sono a posto e che gli impegni erano stati rispettati. Grave che i sacrifici pesantissimi chiesti agli italiani siano stati vanificati»

ROMA - «Il parere negativo della Commissione europea sulla legge di stabilità sbugiarda il premier e tutto il governo che si erano vantati di avere i conti a posto con l'Europa e che gli impegni presi erano stati rispettati. Non è vero. Presupponendo che Letta sia in buona fede, e che quindi non abbia mentito sapendo di mentire, non di meno è grave che abbia vanificato i sacrifici pesantissimi chiesti agli italiani». Lo ha scritto in una nota Carlo Fidanza, europarlamentare di Fratelli d'Italia.

«E' inutile girarci intorno - ha continuato - perché il problema vero è che finché non saranno rinegoziati i parametri europei e si deciderà di poter sforare il 3 per cento del deficit sul Pil, rimarremo strangolati nella morsa della recessione senza possibilità di uscirne, a maggior ragione perché la Ue ci ha negato il diritto di usare la clausola che ci avrebbe permesso di escludere dal calcolo del deficit pubblico gli investimenti produttivi. Letta pensava di aver fatto i compiti a casa ma purtroppo per lui e per gli italiani li ha sbagliati».