25 aprile 2024
Aggiornato 17:00
Welfare

M5s propone 600 euro netti di reddito di cittadinanza

Le risorse si troverebbero, spiegano i grillini: «Tagliando al ministero della Difesa e le pensioni d'oro, facendo pagare l'Imu alla Chiesa e ottenendo nuove risorse dal gioco d'azzardo. Sono più di 9 milioni le persone che vivono al di sotto della soglia di povertà e che non hanno una vita dignitosa»

ROMA - «Signori ce l'abbiamo fatta: dopo un'ampia consultazione abbiamo prodotto il primo dei venti punti, il reddito di cittadinanza», è annunciato in un video del Movimento 5 stelle. Nel filmato è spiegato dove il M5s intende trovare le risorse: «600 euro netti tagliando Difesa, pensioni d'oro, nuove risorse dal gioco d'azzardo e facendo pagare l'Imu alla Chiesa»

600 EURO NETTI AL MESE - Secondo Nunzia Catalfo, senatrice M5s : «Sono più di 9 milioni le persone che vivono al di sotto della soglia di povertà e che non hanno una vita dignitosa», a queste persone il reddito di cittadinanza consentirà di «vivere in modo dignitoso. Di soldi ne servono parecchi – ha aggiunto il deputato Daniele Pesco - e noi li troviamo tagliandoli al ministero della Difesa, tagliando le pensioni d'oro facendo pagare l'Imu alla Chiesa e ottenendo nuove risorse dal gioco d'azzardo. Con questa proposta avremo una integrazione al reddito fino a 600 euro netti», ha aggiunto il deputato Marco Baldassarre: «Un pensionato o una pensionata che percepisce una pensione pari a 400 euro - ha sottolineato Catalfo - percepirebbe altri 200 euro di integrazione fino a un reddito mensile netto di 600 euro. Il single – ha concluso Pesco - avrà a disposizione 600 euro dopo che avrà dato al centro dell'impiego la disponibilità a lavorare».