17 ottobre 2019
Aggiornato 10:30
Berlusconi sexy-gate | Caso Ruby

Pier Silvio Berlusconi: «Condanna assurda, rabbia e lacrime»

Il vicepresidente di Mediaset: «Mai commentato tante ingiustizie, questa volta non posso tacere»

ROMA - La sentenza di condanna per Silvio Berlusconi nel caso Ruby è una «condanna assurda». Lo afferma il figlio del Cavaliere, Pier Silvio Berlusconi, sottolineando che «in tutti questi anni, non ho mai commentato le tante ingiustizie subite da mio padre. Non è mio costume esprimere pubblicamente i miei sentimenti o dare interpretazioni politiche dell'operato della magistratura. Ma questa volta non posso tacere».

CONDANNA ASSURDA - «Non pretendo - aggiunge il vicepresidente di Mediaset in una nota del Biscione - che tutti conoscano mio padre dal lato umano come lo conosco io. Ma posso assicurare che questa condanna è assurda: quello di cui l'accusano, e lo dico con tanta rabbia e con le lacrime agli occhi, è quanto di più lontano e contrario dall'uomo che è».