20 ottobre 2020
Aggiornato 07:00
Giustizia | Emergenza carceri

Cancellieri: «Serve un provvedimento di clemenza»

Il ministro della Giustizia apre all'ipotesi di un'amnistia o un indulto per risolvere l'emergenza carceri. «Una questione però strettamente politica, sulla quale decide solo il Parlamento», ci tiene a precisare

ROMA - Il ministro della Giustizia apre all'ipotesi di un'amnistia o un indulto per risolvere l'emergenza carceri. Una questione però strettamente politica, sulla quale decide solo il Parlamento, ci tiene a precisare.

PROBLEMA POLITICO - «Al di là delle considerazioni che appartengono al Parlamento e che sono strettamente politiche e quindi è giusto che sia il Parlamento a decidere qualsiasi provvedimento di clemenza, io credo - ha detto Cancellieri a Radio Radicale - che sarebbero l'unica soluzione, la strada maestra, per respirare un attimo e poter ripartire bene. Però il problema è squisitamente politico e non mi appartiene, ma sarebbe la soluzione tecnica più semplice e più efficace».

PAROLE DI APPREZZAMENTO PER PANNELLA - «Io non posso che rivolgere un saluto a Marco Pannella - ha detto poi la Guardasigilli con riferimento allo sciopero della fame e della sete del leader Radicale - e apprezzarne la capacità di lottare sempre in maniera molto civile, perché le sue battaglie sono sempre veramente di grande spessore. Lui lotta in questo modo, io mi impegnerò al massimo - ha assicurato Cancellieri - perché la giustizia e soprattutto i diritti dei cittadini vengano tutelati».