27 maggio 2020
Aggiornato 17:00
Cronaca | Delitti

Pavia, 18enne ucciso: fermato il fidanzato della cugina

Lo avrebbe accoltellato dopo una lite per motivi economici. Secondo gli inquirenti l'arma del delitto potrebbe essere un grosso coltello ricurvo e parzialmente seghettato

PAVIA - Fermato nella tarda serata di ieri dai carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Pavia e da quelli del Nucleo operativo e radiomobile di Stradella il presunto omicida di Gianluca Serpa, il 18enne ucciso a coltellate nella notte tra domenica e lunedì a Chignolo Po, nel pavese: del delitto, scaturito al culmine di una violenta lite per motivi economici, è accusato Angelo Siciliano, 25 anni, pregiudicato per stupefacenti e armi, fidanzato della cugina della vittima.

Siciliano si trova ora nel carcere di Pavia. Secondo gli inquirenti l'arma del delitto potrebbe essere un grosso coltello ricurvo e parzialmente seghettato (con lama lunga circa 20 cm), rinvenuto sporco di sangue ieri mattina a Chignolo Po, tra la spazzatura, poco distante dal luogo dove è stato soccorso Serpa.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal