29 luglio 2021
Aggiornato 17:30
Primo round della supersfida

Centrosinistra, si parte in cinque

Una votazione, per la quale si sono iscritti online oltre un milione di elettori, a cui seguirà con ogni probabilità un secondo turno di ballottaggio, visto che secondo i sondaggi nessuno dei candidati riuscirà a superare la soglia del 50 per cento dei voti necessaria, da regolamento, per essere proclamati vincitori al primo turno

ROMA - Primo turno delle primarie del centrosinistra. Una sfida, oggi, tra cinque contendenti per scegliere il candidato premier alle elezioni politiche del 2013: Pier Luigi Bersani, segretario del Pd; Laura Puppato consigliere regionale del Veneto del Pd; Matteo Renzi, sindaco di Firenze, del Pd; Bruno Tabacci, deputato e assessore al Comune di Milano dell'Api; Nichi Vendola presidente della Regione Puglia, di Sinistra e Libertà. Una votazione, per la quale si sono iscritti online oltre un milione di elettori, a cui seguirà con ogni probabilità un secondo turno di ballottaggio, visto che secondo i sondaggi nessuno dei candidati riuscirà a superare la soglia del 50 per cento dei voti necessaria, da regolamento, per essere proclamati vincitori al primo turno.

Le previsioni indicano come un secondo round Bersani-Renzi, che si terrà fra sette giorni, il 2 dicembre. Si vota in ogni caso in un solo giorno, dalle 8 alle 20 e per un solo candidato. Le 'Primarie per l'Italia del Bene comune, così sono state battezzate, saranno governate da nuove regole approvate, precedute da polemiche anche aspre, ad ottobre scorso: possono votare tutti i cittadini italiani che compiono 18 anni entro il 25 novembre, i cittadini europei residenti in Italia e i cittadini di altri paesi in possesso di regolare permesso di soggiorno e carta di identità.

Versando 2 euro per la copertura delle spese organizzative, si riceve il certificato elettorale del centrosinistra: è possibile anche registrarsi sul sito https://www.primarieitaliabenecomune.it/ e stampando il modulo recarsi presso l'ufficio elettorale per completare la registrazione. Sarà comunque possibile registrarsi anche al momento del voto, all'ufficio elettorale che sarà posto accanto ad ogni seggio. Sempre sul sito delle primarie è pubblicato l'elenco dei 9.000 seggi che verranno allestiti in tutta Italia.