14 luglio 2020
Aggiornato 02:30
Proteste | Scontri Roma

Vendola: Video inquietante, chi sbaglia va punito

Il leader di SEL: «Non ci si può permettere sospensioni stato di diritto. Qualunque coscienza liberale non può che ribellarsi di fronte a una realtà inaccettabile»

TREVISO - «Quello che si è visto in un video stamattina, e cioè che dal ministero di Giustizia sono stati lanciati candelotti lacrimogeni è veramente inquietante». Lo ha sottolineato il leader di Sel Nichi Vendola a margine di un incontro a Treviso.
«Non possiamo più permetterci di avere sospensioni dello stato di diritto - ha proseguito - qualunque coscienza liberale non può che ribellarsi di fronte a una realtà inaccettabile».
«Le forze dell'ordine - ha aggiunto - sono servitori della democrazia, non del potere; sono a tutela della legge, non possono violarla. Penso che francamente occorra dare una regolata forte: ho sentito da parte del ministro Cancellieri parole importanti da questo punto di vista. Chi ha sbagliato deve essere punito. Bisogna mettere in grado il nostro stato di riconoscere chi compie atti illegittimi, magari mettendo un numero identificativo sul casco. Non è più possibile vedere scene agghiaccianti», ha concluso.