21 settembre 2020
Aggiornato 17:30
Mercoledì la Direzione del partito

Pdl, «odg anti-veline» Meloni-Corsaro

Benvenga l'apertura delle liste elettorali del Pdl a giovanissimi e giovanissime ma che abbiano però un minimo di esperienza politica alle spalle. Se ne dicono convinti la ex ministro Giorgia Meloni e il Vicepresidente dei deputati Massimo Corsaro

ROMA - Benvenga l'apertura delle liste elettorali del Pdl a giovanissimi e giovanissime ma che abbiano però un minimo di esperienza politica alle spalle. Se ne dicono convinti la ex ministro Giorgia Meloni e il Vicepresidente dei deputati Massimo Corsaro che hanno preannunciato un «odg anti-veline» alla direzione del partito di mercoledì prossimo, per fissare ad almeno una esperienza elettiva alle spalle la soglia minima per le candidature alle politiche.

ALMENO UN'ESPERIENZA ELETTIVA - «Leggiamo della proposta del Presidente Berlusconi di garantire spazio nelle liste elettorali del Pdl a donne e giovani. Troviamo l'idea convincente e ne auspichiamo una pronta attuazione. Tuttavia - hanno argomentato Meloni e Corsaro, preannunciando la loro iniziativa - riteniamo che questa debba essere una opportunità di riconoscimento del merito e di premio all'impegno. In questo senso presenteremo alla prossima Direzione Nazionale un ordine del giorno perchè questa ottima intuizione sia riservata solo a giovani e donne che abbiano già maturato almeno un'esperienza nelle assemblee Elettive o nelle giunte degli enti locali. In questo modo saremmo sicuri di portare in Parlamento nuove passioni ed esperienze, ed impediremmo di generare l'odioso sospetto che qualcuno abbia vinto la lotteria solo perchè si è trovato al posto giusto nel momento giusto».

UN DOVERE VERSO ELETTORI E ISTITUZIONI - «É un dovere - hanno affermato ancora - che avvertiamo verso le istituzioni e gli elettori, ma anche un impegno a tutela della credibilità di chi sarà chiamato ad incarnare il futuro del nostro partito».