15 dicembre 2019
Aggiornato 02:00
Riforma delle pensioni

Sicurezza: Idv, condividiamo la protesta sulle pensioni

Zipponi-Tibaldi: Il Governo ascolti le ragioni dei lavoratori. L'aumento dell'età pensionabile rischia di compromettere l'efficacia e l'operatività delle Forze di Polizia e delle Forze Armate. Fiano: Riconoscere la specificità anche per le pensioni

ROMA - «L'Italia dei Valori condivide le ragioni degli operatori del comparto Sicurezza, Difesa e Pubblico Soccorso, che da domani protesteranno davanti alle prefetture e alle questure, su tutto il territorio nazionale, contro le ripercussioni che avrà la riforma pensionistica sul loro lavoro». Lo dichiarano il responsabile Lavoro e Welfare dell'IdV, Maurizio Zipponi, e la responsabile Formazione sicurezza sul lavoro e crisi aziendali del partito, Alessandra Tibaldi.
«L'aumento dell'età pensionabile rischia di compromettere l'efficacia e l'operatività delle Forze di Polizia e delle Forze Armate. Un aspetto non marginale soprattutto ora che, con la grave crisi economica e occupazionale, si mette a dura prova la tenuta della coesione sociale». Zipponi e Tibaldi aggiungono: «L'Idv ha denunciato tutti i rischi di questa riforma, costruita con l'unico obiettivo di fare cassa, nonostante il sistema pensionistico italiano fosse in equilibrio. Ma anche senza tener conto delle richieste di alcuni settori professionali di rivedere, con criteri di gradualità, i provvedimenti pensionistici presi a fine 2011, in particolare sui lavori usuranti. Il Governo ascolti le ragioni dei lavoratori e predisponga interventi, volti a tutelare la specificità del settore, nell'interesse generale della sicurezza e dei cittadini».

Fiano: Riconoscere la specificità anche per le pensioni - «Confermiamo oggi quello che andiamo dicendo da quattro anni e cioè che la specificità del comparto sicurezza e difesa non si deve toccare. Come già la settimana scorsa ribadiremo direttamente al Governo che la manovra sulle pensioni non può occuparsi di questo comparto prescindendo dalle specifiche condizioni e necessità di lavoro in cui si trovano ad agire gli operatori della sicurezza». E' quanto ha dichiarato Emanuele Fiano, Responsabile Sicurezza Partito Democratico.
«Per questa ragione sono al fianco oggi alle manifestazioni di poliziotti che si sono svolte in tutta Italia e domani parteciperò, in rappresentanza del Pd, alla conferenza stampa indetta su questi temi», ha aggiunto Fiano.