19 agosto 2019
Aggiornato 11:30
Crac San Raffaele

San Raffaele, la Cassazione annulla l'ordinanza per Daccò

E' difeso da avvocati Massimo Krogh e Giampiero Biancolella

ROMA - Annullata l'ordinanza di custodia cautelare per Pierangelo Daccò, il commercialista finito in carcere per bancarotta fraudolenta in relazione al crack dell'azienda sanitaria San Raffaele. I giudici della V sezione penale della Suprema corte, presidente Scalera, hanno anche disposto il rinvio degli atti al tribunale di Milano. Daccò è difeso dagli avvocati Massimo Krogh e Giampiero Biancolella. Il professor Krogh ha spiegato che avverso l'ordinanza del gip di Milano era stato presentato ricorso per saltum direttamente in Cassazione. Il pg aveva chiesto il rigetto dell'istanza.