8 agosto 2020
Aggiornato 17:00
La crisi del debito sovrano in Europa

Solo un breve incontro tra Monti, Merkel e Sarkozy

La Cancelliera incontra il Presidente del Parlamento europeo Schulz. Napolitano: Guai se usciamo dalla crisi impoveriti spiritualmente. Cicchitto (Pdl): L'Italia non deve seguire Sarkozy sulla Tobin Tax

BRUXELLES - L'incontro tra il presidente del consiglio Mario Monti, la Cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy sarà probabilmente molto più breve del previsto. I tre avrebbero dovuto recuperare oggi a Bruxelles il mancato vertice di Roma del 20 gennaio ed era previsto che l'incontro durasse almeno una mezz'ora. Con un cambiamento improvviso di programma, Merkel si è però recata alle 14 al Parlamento europeo per incontrare il nuovo presidente Martin Schulz ed una conferenza stampa congiunta è prevista per le 14.30.
Il Consiglio europeo dovrebbe iniziare, secondo calendario, alle 15 quindi visti gli impegni della cancelliera in parlamento, e i tempi di trasferimento dal parlamento al consiglio, resta davvero poco tempo per il trilaterale tra Italia, Francia e Germania.

Napolitano: Guai se usciamo dalla crisi impoveriti spiritualmente - Dopo la crisi è lecito chiedersi se l'Italia uscirà impoverita materialmente ma «guai se uscisse impoverita spiritualmente e culturalmente». E' l'ammonimento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
«Non sappiamo - ha detto Napolitano partecipando a un incontro per l'intitolazione a Beniamino Andreatta di una fondazione all'istituto di Scienze religiose Giovanni XXIII a Bologna - come l'Italia uscirà da questa crisi. E' lecito chiedersi se uscirà impoverita materialmente, questo è probabile». Ma, ha aggiunto il capo dello Stato, «guai se uscisse impoverita spiritualmente e culturalmente».

Cicchitto (Pdl): L'Italia non deve seguire Sarkozy sulla Tobin Tax - Il Pdl invita il Governo italiano a non seguire l'Eliseo sulla strada della Tobin Tax comunque. «Capiamo - ha affermato il Presidente dei deputati Pdl Fabrizio Cicchitto- che Sarkozy è impegnato in una campagna elettorale assai difficile nella quale corre in salita,ma l'introduzione della Tobin Tax in uno solo o anche in pochi paesi ci sembra risolversi solo in un involontario sostegno ai Paesi che non la istituiscono, in primo luogo all'Inghilterra e quindi alla City di Londra. Di conseguenza siamo contrari a imitazioni italiane di una iniziativa sbagliata».

Fugatti (Lega): Monti spieghi perchè siamo in recessione - «Monti spieghi al paese perché siamo in recessione». Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lega Nord in commissione Finanze alla Camera, Maurizio Fugatti.
«Dopo il Fondo monetario internazionale, ora anche l'agenzia Moody's - osserva - dichiara che la manovra Monti porterà recessione in l'Italia. Conseguentemente anche l'obiettivo del pareggio di bilancio, a fronte di un calo del Pil, sarà difficile da raggiungere per il nostro Paese. Il presidente del Consiglio, che in questi giorni sta cercando legittimazione politica negli ambienti europei, dovrebbe invece spiegare chiaramente agli italiani quali sono le conseguenze economiche della manovra salva-Italia. Il Paese deve sapere su quale binario negativo ci sta conducendo questo governo».