23 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
Decreto Liberalizzazioni | Professioni

Liberalizzazioni e tariffe, per il PD serve un confronto con gli Avvocati

Mario Cavallaro, componente del Pd nella commissione Giustizia: Contemperare i diritti dei Professionisti con la qualità dei servizi. Alfano (Pdl): Presto in Parlamento nostra iniziativa

ROMA - A giudizio del Pd, «la sostituzione per gli avvocati del regime tariffario con quello puramente contrattuale merita un approfondimento ed una messa a punto e l'inizio di un confronto ed un dialogo con la categoria». Lo ha sottolineato, in una nota Mario Cavallaro, componente del Pd nella commissione Giustizia della Camera dei deputati.

Contemperare i diritti dei Professionisti con la qualità dei servizi - «Sopratutto - ha sottolineato - è ora indispensabile approvare con urgenza, in via temporanea e provvisoria, i parametri previsti dalle norme ora vigenti, senza dei quali è controverso persino come si possa determinare il compenso di prestazioni di sicuro rilievo per l'attività forense in una nutrita serie di casi, compresi quelli della liquidazione giudiziale delle spese di lite; in alternativa, un'urgente norma transitoria deve chiarire che fino al momento in cui non interverranno nuove norme si applica il previgente regime tariffario ed i criteri della sua applicazione». E «la contrattazione negoziale deve essere assistita da criteri oggettivi e da valori indicativi di riferimento, altrimenti si rischia di non favorire il comune cittadino, di legittimare il disagio della classe forense e di favorire le condotte meno qualificate».
«Il Governo e le istituzioni forensi - ha concluso Cavallaro - devono cooperare con urgenza alla formazione di un nuovo moderno modello di contratto professionale che garantisca anche il diritto del professionista alla serietà e certezza del compenso in cambio di una prestazione ben determinata e qualificata; questo è l'obbiettivo che invitiamo il governo a perseguire, convocando altresì immediatamente, d'intesa con le forze parlamentari che lo sostengono, un urgente tavolo di confronto con l'avvocatura nelle sue espressioni istituzionali ed associative su tutti i temi della riforma e del funzionamento della giustizia».

Alfano (Pdl): Presto in Parlamento nostra iniziativa - Le liberalizzazioni rappresentano «una cosa buona per gli italiani» e per questo vanno «rafforzate». A sostenerlo è il leader del Pdl Angelino Alfano che ha annunciato, da Napoli, che il suo partito porterà avanti presto in Parlamento una iniziativa in merito.
«Approviamo questo disegno di legge sulle liberalizzazioni - ha ribadito Alfano - perchè le riteniamo una buona cosa per gli italiani, tanto che - ha aggiunto - avevamo cominciato a farle noi con i servizi pubblici locali. Pensiamo - ha concluso - che andranno rafforzate quindi siamo per aggiungerne, e lo faremo in Parlamento, con una nostra iniziativa evidente».