6 aprile 2020
Aggiornato 02:00
Oggi la nomina del Segretario dell'ONU Ban Ki-Moon

Libano, il Generale Paolo Serra comandante della missione UNIFIL

Terzi e Di Paola: Motivo di grande orgoglio per l'Italia, ed un prestigioso attestato di stima e fiducia nei confronti delle nostre Forze Armate, la cui professionalità è riconosciuta dai nostri partner internazionali e dalle popolazioni con le quali i nostri militari entrano in contatto

ROMA - Il generale di Divisione Paolo Serra è stato nominato, dal segretario generale dell'Onu Ban Ki-Moon, comandante della missione Unifil in Libano. «La nomina di un alto ufficiale dal prestigioso curriculum e dalla grande competenza professionale quale il Generale Serra - avvenuta due anni dopo il termine del mandato del Generale di Corpo d' Armata Claudio Graziano - rappresenta un motivo di grande orgoglio per l' Italia, ed un prestigioso attestato di stima e fiducia nei confronti delle nostre Forze Armate, la cui professionalità è riconosciuta dai nostri partner internazionali e dalle popolazioni con le quali i nostri militari entrano in contatto, corroborando uno «stile italiano» nella condotta delle operazioni da tempo preso a modello di riferimento nella gestione delle missioni internazionali». Lo affermano i ministri degli Esteri, Giulio Terzi, e della Difesa, Giampaolo Di Paola, in un comunicato.

«La nomina del generale Serra - affermano i ministri Terzi e Di Paola - costituisce, allo stesso tempo, un prestigioso riconoscimento del contributo assicurato dal nostro Paese alle missioni di mantenimento della pace delle Nazioni Unite. E' obiettivo essenziale della politica di sicurezza dell' Italia, primo fornitore di truppe sotto l' egida ONU tra i membri del G8, mantenere un efficace livello di presenza militare nei teatri di crisi, rispondente alle priorità di politica estera, e commisurato agli impegni assunti nei confronti delle Nazioni Unite e dei nostri alleati e partner di riferimento. L' Italia rimane infatti - ricordano Terzi e Di Paola - il sesto Paese contributore al bilancio dell' ONU per le missioni di pace».

«In tale contesto - sottolineano i titolari dei Dicasteri degli Esteri e della Difesa - l'Italia ribadisce la sua convinta determinazione nel continuare ad assicurare un contributo di primo piano all' attuazione della Risoluzione 1701, che ha definito il mandato e i compiti della missione Unifil. Dispiegata allo scopo di garantire il mantenimento del cessate-il-fuoco nel Sud del Libano dopo la guerra del 2006, con il necessario e pieno consenso delle parti in causa, Unifil ha dimostrato negli anni la sua perdurante validità: ha infatti continuato ad assolvere efficacemente alla sua importante funzione di stabilizzazione, prevenendo l' aggravarsi della tensione nella regione, ed assicurando lo sviluppo del dialogo tra le parti nel formato a tre Onu, Forze armate libanesi e Forze armate israeliane».

«La nomina di Serra - concludono Terzi e Di Paola - è dunque una significativa conferma della centralità politica e strategica del ruolo attivo svolto dall' Italia per promuovere la stabilità e la sicurezza dell' area mediterranea e mediorientale, le cui dinamiche sono di fondamentale incidenza sulla sicurezza internazionale».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal