27 maggio 2024
Aggiornato 05:00
Giustizia | Inchieste grandi eventi

I PM di Roma citano a giudizio Scajola e Diego Anemone

Nelle prossime settimane il tribunale dovrà fissare la data di inizio del dibattimento. Gli accertamenti sono stati svolti dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, guidato dal generale Virgilio Pomponi

ROMA - Finanziamento illecito a un singolo parlamentare. Per questa accusa sarà processato Claudio Scajola, per l'acquisto di un appartamento in via del Fagutale, a Roma. Il Procuratore aggiunto della Capitale, Alberto Caperna, e i pubblici ministeri, Roberto Felici e Ilaria Calò, hanno citato direttamente a giudizio davanti al tribunale monocratico l'ex ministro dello Sviluppo economico e l'imprenditore Diego Anemone.

Secondo l'accusa, quest'ultimo avrebbe pagato, tramite l'architetto Angelo Zampolini, parte (circa 1,1 milioni di euro su 1,7 milioni) della somma versata il 6 luglio 2004 dall'ex ministro dello sviluppo economico, per acquistare l'immobile e avrebbe poi eseguito lavori di ristrutturazione per 100mila euro. Nelle prossime settimane il tribunale dovrà fissare la data di inizio del dibattimento. Gli accertamenti sono stati svolti dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza, guidato dal generale Virgilio Pomponi.