12 luglio 2020
Aggiornato 16:30
Il sistema Protezione Civile

Piscicelli: Se parla Balducci viene giù mezzo Vaticano

E' quanto racconta a Repubblica Francesco Maria Piscicelli, l'imprenditore reso famoso dall'intercettazione nella quale, dopo il terremoto dell'Aquila, rideva per i possibili affari legati alla ricostruzione. Legale Malinconico: Accuse diffamatorie da Piscicelli. Bersani: Legge debole ma c'è la strada per rafforzarla

ROMA - «Il sistema Protezione civile, la deroga totale per ogni opera pubblica, nasce con il giubileo del Duemila: l'incontro fra il sindaco di Roma Francesco Rutelli, il provveditore alle Opere pubbliche del Lazio Angelo Balducci e il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso. Allestiscono una macchina per costruire opere in un Paese bloccato, ma nel corso delle stagioni le missioni diventano un sistema di arricchimento personale. Sfruttato a sinistra e a destra. L'ho visto con i miei occhi, l'ho vissuto dall'interno». E' quanto racconta a Repubblica Francesco Maria Piscicelli, l'imprenditore reso famoso dall'intercettazione nella quale, dopo il terremoto dell'Aquila, rideva per i possibili affari legati alla ricostruzione.
Piscicelli parla «di una montagna di denaro pubblico» che «per dieci stagioni è stata messa a bilancio pre realizzare auditorium, stadi, caserme, svincoli e in percentuale è stata poi trasferita a ministri, sottosegretari, parlamentari, magistrati, funzionari della Protezione, dirigenti delle opere pubbliche. Nessuna istituzione, nessun partito. Tutto, ad personam. Balducci - aggiunge Piscicelli - imponeva tutto, era il dominus, se parla lui viene giù tutta la Seconda Repubblica e pure mezzo Vaticano. Nell'ufficio di Diego Anemone - conclude l'imprenditore - ho visto un tavolone con sopra milioni di euro. Da lì venivano i soldi per la casa di Scajola».

Legale Malinconico: Accuse diffamatorie da Piscicelli - «A fronte della continua e reiterata campagna diffamatoria del signor Piscicelli (intervistato oggi su Repubblica), campagna diffamatoria che dura ormai ininterrottamente da quasi un anno, il professor Malinconico, mai indagato e dimessosi da Sottosegretario per sua libera e autonoma scelta nell'esclusivo interesse del nuovo Governo, ha conferito mandato al suo legale Paola Balducci di agire in tutte le opportune sedi giudiziarie a tutela della sua onorabilita e serietà mai venuta meno nel corso di una vita spesa a tutelare sempre gli interessi delle istituzioni». Lo rende noto il legale del professor Malinconico, avvocato Paola Balducci.

Bersani: Legge debole ma c'è la strada per rafforzarla - La legge anticorruzione «è debole ma se si vuole rafforzarla dico che la strada c'è». Lo ha sottolineato il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, a margine del forum dell'agricoltura organizzato da Coldiretti a Cernobbio.
Sulle critiche alle debolezza della legge, Bersani ha risposto: «il rapporto di forza in Parlamento è quello che è. Noi sappiamo bene come è ancora fatto questo Parlamento. Detto questo, certo le norme sono deboli. Se si vuole rafforzarle dico che la strada c'è. Abbiamo comunque in commissione una legge sul falso in bilancio e si può mandarla avanti aggiungendo il reato di corruzione». Inoltre, secondo il segretario del Pd c'è la legge elettorale dove si «può infilare il tema del voto di scambio mafioso».
«Quindi - ha aggiunto - c'è la possibilità di mandare avanti una legge ancorché debole e di rafforzarla con altri strumenti collaterali. Lo dico perchè dobbiamo anche stare attenti che poi per volere di più non abbiamo il tempo e ci troviamo il nulla. Ma certamente ci vuole di più e quel che non si farà in questa legislatura sia chiaro che si farà nella prossima».