25 febbraio 2021
Aggiornato 14:30
In attesa delle regionali di domani e lunedì

Molise: oggi silenzio elettorale, domenica regione al voto

Piazza e riflettori per i 4 aspiranti Governatori dopo la parata dei big: da Alfano a Bersani, da Frattini a Storace, per non parlare del molisano Antonio Di Pietro, record-leader di presenza

CAMPOBASSO - Oggi è giornata di silenzio elettorale per il Molise in attesa delle regionali di domani e lunedì. Dopo la parata dei big della politica italiana (da Alfano a Bersani, da Frattini a Storace, per non parlare del molisano Antonio Di Pietro, record-leader di presenza) a sostegno dei vari candidati, l'ultima parola tocca ai 4 sfidanti nella corsa a Governatore: il presidente uscente di centrodestra e Udc Michele Iorio, lo sfidante di centrosinistra Paolo di Laura Frattura, il candidato della Destra Giovancarmine Mancini e quello della lista dei grillini 5 Stelle Antonio Federico chiudono questa sera la campagna con i comizi nelle piazze molisane.

«I molisani stanno con me e io continuerò a lavorare per loro come ho fatto nei due mandati precedenti : il calore dei molisani che ho incontrato in questi mesi di campagna elettorale mi dà la certezza della vittoria. Dobbiamo continuare a portare avanti i nostri progetti e insieme ce la faremo», è il messaggio da piazza Prefettura del presidente uscente Michele Iorio.

«Il centrosinistra è unito e insieme porteremo avanti una rivoluzione civile, morale e culturale del Molise», è il refrain elettorale Frattura, maggior avversario del governatore uscente. «Rinnovamento, meritocrazia, pari opportunità, rivoluzione di pensiero e di costume sono i nostri obiettivi principali» - ha detto durante il comizio in piazza Municipio. «Noi - ha concluso Frattura - saremo attenti alle richieste di tutti i cittadini.«

«Noi non abbiamo ideologie di destra né di sinistra. Abbiamo solo idee vere» - ha detto Antonio Federico candidato Presidente con il Movimento 5 stelle. «Abbiamo puntato il nostro programma elettorale sui bisogni dei cittadini, sull'abolizione della casta e degli sprechi. Ma soprattutto - ha continuato Federico - vogliamo maggiore legalità e sicurezza». «I cittadini devono riappropriarsi della politica, ma della politica vera e pulita e per questo noi siamo qui - con queste parole Antonio Federico ha concluso la sua campagna elettorale.

Contrasto alla povertà e sostegno alle forze produttive, lotta alla Casta politica e alle clientele sono i temi sui quali Giovancarmine Mancini ha puntato la propria campagna elettorale. «Il mio ambizioso progetto - ha detto il candidato presidente - è quello di una ricostruzione sociale, economica e morale della nostra terra. Il nuovo Molise per il quale intendo lavorare deve pensare alla politica come servizio per i cittadini. Insieme - ha chiuso Mancini - potremo costruire una regione nuova e pulita creando per tutti lavoro, sviluppo, turismo, imprese e cultura.«