5 aprile 2020
Aggiornato 04:00
Caso Milanese

Nelle cassette di sicurezza di Milanese solo gioielli di famiglia

Dopodomani la verifica sulle altre due cassette a Roma

NAPOLI - Solo gioielli di famiglia nelle cassette di sicurezza di Marco Milanese aperte questa mattina dopo l'autorizzazione arrivata dall'aula della Camera. Gli agenti della Digos di Milano, hanno eseguito questa mattina il controllo delle cassette di sicurezza presso l'Istituto Credito Artigiano di Milano. Le cassette, registrate nel 2008, contenevano una alcuni gioielli di famiglia, l'altra invece è risultata vuota.

TROVATI GIOIELLI DI FAMIGLIA - Nella cassetta sono stati trovati un orologio antico, un braccialetto della figlia di Milanese, un orologio swatch di vent'anni fa, e un certificato di garanzia per una fedina di brillanti datata maggio 2005. A riferirlo il legale di Milanese, l'avvocato Bruno Larosa, il quale di fronte a illazioni sulla eventualità che le cassette siano state svuotate prima del controllo da parte degli inquirenti, ha commentato «noi ragioniamo sui fatti, non sulle illazioni. Spiace che di fronte alla disponibilità dimostrata sino ad oggi da Milanese, si ricambi con illazioni di questo tipo». Dopodomani ci sarà un nuovo controllo con l'ispezione delle cassette di sicurezza intestate a Milanese presso un Istituto di Roma. L'ispezione era stata autorizzata con delibera della Camera per consentire l'acquisizione del contenuto delle cassette di sicurezza e dei tabulati telefonici agli inquirenti napoletani titolari dell'inchiesta.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal