30 ottobre 2020
Aggiornato 02:30
Il caso RAI

De Laurentiis: Un mese per tenerci Santoro

Il consigliere Udc: «Il suo contratto scade il 31 luglio, va ripreso»

ROMA - Il consigliere di amministrazione Rai indicato dall'Udc Rodolfo de Laurentis si schiera al fianco degli altri consiglieri indicati dall'opposizione ne.lla battaglia che mira a «riprendere» Michele Santoro in Rai dopo la rottura annunciata ieri da La7, entro la scadenza del contratto di Santoro con il servizio pubblico, formalmente vigente fino al 31 luglio.

«ANNOZERO E' SERVIZIO PUBBLICO» - «Santoro - ha sottolineato de Laurentiis in una intervista a La Repubblica - è un banco di prova per l'azienda che deve dimostrare nei fatti la sua autonomia e la sua indipendenza. Un'azienda davvero autonoma non si preoccupa se un programma piace o non piace alla politica. Si preoccupa se incontra il favore degli spettatori. Io non guardo alle idee di Santoro ma allo share. Annozero è servizio pubblico. Un'azienda normale fa di tutto per tenere chi raggiunge quei risultati. Un servizio pubblico che sia solo tale fa di tutto per aggiungere voci, non per toglierle. Ora deve prevalere in tutti il senso superiore dell'azienda».