19 gennaio 2020
Aggiornato 17:30
Parla il Presidente della Consulta

De Siervo: Costituzione non è vecchia, patrimonio regole e valori

«Corruzione, evasione fiscale ci chiamano a impegno cambiamento»

ROMA - La Costituzione non invecchia: Ugo De Siervo, presidente della Corte costituzionale, ha sottolineato il valore della carta del '48 in un incontro a palazzo della Consulta con i giovani dell'Azione cattolica impegnati nel loro XIV Congresso nazionale.

«I festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia - ha affermato De Siervo, secondo il resoconto dell'incontro riportato sul sito del movimento ecclesiale - sono una preziosa occasione di riflessione sul nostro percorso comune, per essere orgogliosi dei grandi passi in avanti compiuti sul piano sociale, economico e politico, e per correggere criticamente ciò che è risultato negativo. La Costituzione non è vecchia. Le Costituzioni non diventano vecchie, perché sono un patrimonio di regole e di valori che sono alla radice delle comunità nazionali».
«Ciò che deve spingere i giovani all'impegno nelle istituzioni e per il bene comune - ha proseguito - è l'insoddisfazione, la scontentezza per ciò che non ci piace del presente, perché non si ripeta nel futuro. Il cattivo funzionamento di alcuni apparati dello Stato, la corruzione, l'evasione fiscale ci chiamano ad un grande impegno per il cambiamento».