20 gennaio 2021
Aggiornato 01:30
Giustizia

Costa: «L'Anm è arroccata ad antistorici privilegi»

Il Capogruppo PDL in Commissione Giustizia: «Ma l'Italia è stata censurata anche dalla Ue...»

ROMA - Dal Pdl continuano a levarsi voci polemiche per la presa di posizione dell'Anm anche contro la nuova norma sulla responsabilità civile dei giudici. «L'odierna, ennesima, protesta dell'Anm dimostra l'arroccamento di una categoria ad antistorici privilegi per i quali anche l'Unione Europea ha censurato il nostro paese», ha commentato Enrico Costa, capogruppo del Pdl in commissione Giustizia alla Camera.

COSTA - «Costituisce forse - chiede - un'aggressione alla magistratura l'andare incontro, testualmente, alle richieste dell'Europa che ha giudicato la nostra legislazione troppo protettiva nei confronti dei giudici? E' forse aggressione mettere in condizione il cittadino di ottenere un giusto risarcimento di fronte agli errori commessi ai suoi danni, cosa che avviene in ogni settore della vita pubblica e privata tranne che per gli sbagli commessi in tribunale? E' forse un'aggressione cercare di aggiornare una legge che in oltre venti anni ha prodotto solo quattrocento richieste di risarcimento, la maggior parte delle quali dichiarate inammissibili, con il misero risultato di quattro condanne comminate?».