20 novembre 2019
Aggiornato 02:30
Governo

Idv contro Romano: «Un indagato per mafia non fa il ministro»

Donadi: «Scelta sbagliata, le riserve di Napolitano non bastano»

ROMA - Italia dei valori contro la nomina di Francesco Saverio Romano a ministro dell'Agricoltura. «La nomina di Romano - ha commentato il presidente dei deputati dipietristi, Massimo Donadi - è sbagliata e inopportuna, per non dire di più. Un indagato per mafia non può fare il ministro».

DONADI - «In un paese civile - ha insistito - Saverio Romano non sarebbe a capo di un dicastero, ma siamo in Italia e scontiamo la deriva finale del berlusconismo. Questa nomina dimostra ancora una volta che nel centrodestra, purtroppo, avere vicende giudiziarie pendenti è spesso una nota di merito. Le riserve del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non sono sufficienti - ha concluso Donadi - a fugare tutte le nostre perplessità sull'inaccettabilità di questa nomina».