27 luglio 2021
Aggiornato 08:30
Crisi libica

Berlusconi: Pronti a intervenire, ma non credo servirà

Il Premier dopo il vertice di Parigi: La forza in campo è sufficiente per il rispetto della «no fly zone»

PARIGI - L'Italia è disponibile a partecipare in maniera diretta nel conflitto libico, «ma non credo ci saranno esigenze particolari». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, durante una conferenza stampa dopo il vertice di Parigi.
«Noi abbiamo detto di essere disponibili - ha spiegato il premier - sulla base delle esigenze, ma non credo che ci saranno esigenze particolari al riguardo perché, come voi sapete, anzitutto si deve mettere in atto il rispetto della no fly zone e quindi io credo che i mezzi della Francia, della Gran Bretagna e gli altri Paesi hanno messo a disposizione» possano essere sufficienti.
«Ho detto - ha ribadito Berlusconi - che noi saremmo a disposizione ove si rivelasse la necessità di un nostro impegno».