17 settembre 2019
Aggiornato 16:30
Berlusconi

Togati Csm: Delegittima magistrati e mina istituzioni

"Vietti segnali a Napolitano la nostra gravissima preoccupazione"

ROMA, 7 ott  - Le "gravissime dichiarazioni" contro il pm di Milano Fabio de Pasquale del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, "minano la credibilità delle istituzioni e rischiano di delegittimare la magistratura tutta". E' uno dei passaggi della richiesta di apertura di una pratica a tutela del magistrato, avanzata oggi dai 16 consiglieri togati del Csm, insieme al laico di centrosinistra Glauco Giostra. Oltre all'apertura di una pratica a tutela chiedono anche che il vicepresidente di palazzo dei Marescialli significhi la loro "gravissima preoccupazione" a Giorgio Napolitano.

Nel testo della richiesta della pratica a tutela del pm De Pasquale, infatti, i consiglieri chiedono al vicepresidente del Csm "di rappresentare al Capo dello Stato e rendere noto all'opinione pubblica la loro profonda preoccupazione per le ennesime gravissime dichiarazioni, rese dallo stesso Berlusconi in data 29 settembre e 3 ottobre, che minano la credibilità delle istituzioni e rischiano di delegittimare la magistratura tutta".