17 settembre 2019
Aggiornato 16:00
Mafia

Arrestato boss Di Fresco, Maroni: altro durissimo colpo

"Uno dei più pericolosi ricercati di cosa nostra a Palermo"

ROMA, 7 ott  - Con l'arresto del boss Francesco Di Fresco, "è stato inferto un altro durissimo colpo alla mafia", dichiara il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, sottolineando che il boss "era considerato uno dei più pericolosi ricercati di cosa nostra a Palermo".

Maroni - riferisce il Viminale - ha telefonato al capo della polizia, prefetto Antonio Manganelli, per congratularsi dell'arresto del boss Francesco Di Fresco, già ricercato dal 1995. "Grazie al lavoro straordinario della Squadra mobile di Palermo, oggi è stato inferto un altro durissimo colpo alla mafia", sottolinea Maroni, aggiungendo: "Di Fresco, infatti, pur essendo inserito nell'elenco dei 100 latitanti, era considerato uno dei più pericolosi ricercati di cosa nostra a Palermo".