29 marzo 2020
Aggiornato 19:30
Parla l'ex

Fini, Gaucci: la Tulliani aveva fame di soldi

L'ex patron del Perugia a Studio Aperto: «Stava con me per questo. La schedina era mia, ho dato a lei la metà»

ROMA - «Aveva fame di soldi, stava con me per i soldi, mica per altro. E' la verità. Ha fatto il bottino di tutto quello che voleva, ha appartamenti, ville, terreni, e? ha cambiato strada». Lo afferma l'ex patron del Perugia Luciano Gaucci in una intervista trasmessa nell'edizione delle 18,30 di Studio Aperto in merito alla vincita, da parte dell'ex fidanzata Elisabetta Tulliani, ora compagna del presidente della Camera Gianfranco Fini, di oltre due miliardi di lire al Superenalotto.

Gaucci ribadisce che la sua versione «è pesante, ma è la verità». «La schedina era mia come tutto il resto - sottolinea Gaucci -, giocata da me, pagata da me, e riscossa da me, quindi io le ho dato la metà, la metà della cosa». «Io - continua - i soldi li ho messi sul mio conto corrente, si può andare a vedere alla banca lì dove li ho messi, dove li ho riscossi dando la metà a lei? è tutta una falsità, purtroppo. Tutte le case che le ho comprato, le ville, i terreni. Si figuri se con quella fame di soldi che ha Elisabetta e che tutta la sua famiglia ha sempre avuto mi dà la metà a me...».

Ultima domanda di Studio Aperto a Gaucci: Ha più risentito la signora Tulliani? «No - conclude -, mi ha telefonato un paio di volte, le ho attaccato il telefono».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal