26 maggio 2020
Aggiornato 04:30
Ddl intercettazioni

Calabrò: la libertà d'informazione è incomprimibile

Il Presidente dell'AGCOM: «Non parlo di ddl, ma devo richiamare l'attenzione sui principi»

ROMA - La libertà d'informazione è tutelata dal Trattato di Lisbona ed è quindi un principio «incomprimibile» da leggi nazionali. Lo ha sottolineato il presidente dell'Agcom, Corrado Calabrò, secondo cui «la libertà d'informazione è un valore più tutelato di altri perchè lo tutela la Costituzione (articolo 21) e anche il Trattato di Lisbona, che l'ha posto tra i principi fondanti dell'Unione europea. Quindi è chiaramente incomprimibile anche da eventuali interventi legislativi nazionali che si ponessero in contrasto con quei principi».

«Io non mi pronuncio specificamente - ha aggiunto Calabrò intervenendo su Repubblica Tv - su cose che sono all'esame del Parlamento (il provvedimento sulle intercettazioni, ndr), però ai principi devo richiamarmi e richiamare l'attenzione».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal