13 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Religione & Società

Papa: intransigenti col peccato, indulgenti con le persone

Angelus in piazza San Pietro: «Gesù insegna a non condannare»

CITTÀ DEL VATICANO - Il Papa invita ad essere «intransigenti con il peccato» e «indulgenti con le persone», il giorno dopo la pubblicazione della sua lettera agli irlandesi sui preti pedofili.
Al consueto Angelus domenicale Benedetto XVI non ha fatto alcun riferimento alla missiva. Nella quinta domenica di Quaresima, Ratzinger ha commentato il brano evangelico dell'adultera accusata dagli «accusatori ipocriti» e difesa da Gesù con la nota frase «chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei». «Cari amici - ha detto Benedetto XVI - impariamo dal Signore Gesù a non giudicare e a non condannare il prossimo. Impariamo ad essere intransigenti con il peccato - a partire dal nostro! - e indulgenti con le persone. Ci aiuti in questo la santa Madre di Dio che, esente da ogni colpa, è mediatrice di grazia per ogni peccatore pentito».