29 marzo 2020
Aggiornato 21:30
Omicidio di via Poma

Il Difensore di Busco: Vanacore aveva rimorso

«Lui ha vissuto con un rimorso sulla coscienza questa storia»

ROMA - «Non so come interpretare questo fatto. L'ho saputo 20 minuti dopo che era successo». Ha detto così in prima battuta l'avvocato Paolo Loria, difensore di Raniero Busco, imputato nel processo per l'omicidio di Simonetta Cesaroni. «La morte di Vanacore è troppo vicina alla scadenza processuale per non essere collegata e sicuramente lui non se l'è sentita di testimoniare. Lui ha vissuto con rimorso sulla coscienza questa storia, e non perché lui fosse l'autore dell'omicidio, ma perché sapeva. Evidentemente, però, non poteva parlare neanche a distanza di anni. Non se l'è sentita, secondo me, di affrontare i giudici, gli avvocati e la testimonianza in aula».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal