12 dicembre 2019
Aggiornato 22:00
Omicidio Meredith

Appuntamenti e dress code: ecco gli sms tra Mez e Amanda

Sono messaggi scritti in un italiano un po' stentato. Il contenuto dei messaggini acquisiti agli atti del processo

PERUGIA - Appuntamenti, saluti, consigli su come vestirsi per una festa in maschera: è il contenuto degli sms, acquisiti agli atti del processo di Perugia per l'omicidio della studentessa inglese, che Amanda Knox, imputata, e Meredith Kercher, la vittima, si sono scambiate da settembre a fine ottobre 2007 e che Gente pubblica in esclusiva nel numero in edicola dal 30 novembre.

A fine settembre, secondo la ricostruzione dai dati processuali, ci furono vari messaggi tra Amanda e Meredith. In uno di questi Meredith chiede ad Amanda se, per una festa in maschera, si vestirà da Mary Poppins o da «bel ragazzino». In un altro, sempre Meredith avverte Amanda di essere in coda all'università e che quindi farà tardi. E ancora, in altri sms Amanda e Meredith si danno appuntamento per trovarsi in qualche luogo di Perugia. Gli sms terminano sempre con il simbolo '+', che nel linguaggio dei ragazzi significa bacio.

Agli atti del processo ci sono anche gli sms che Amanda e Meredith si scambiarono la sera di Halloween, il 31 ottobre, il giorno prima del delitto. Sono messaggi scritti in un italiano un po' stentato, in cui Amanda chiede alla studentessa inglese che cosa farà quella sera di festa e da che cosa si travestirà. Meredith risponde che ha un costume ma che andrà a una festa dei suoi amici inglesi. È l'ultima comunicazione tra le due ragazze.