16 ottobre 2019
Aggiornato 22:00
Emergenza carceri

177 su 205 carceri sono sovraffollate, l'85% del totale

Sappe: «I detenuti sono 65.702, con un incremento dell'11% al mese»

ROMA - Ad oggi 177 delle 204 carceri italiane sono sovraffollate oltre il limite tollerabile. In altre parole, più dell'85% degli istituti penitenziari per adulti sono fuori legge. Da gennaio 2009 fino ad oggi le persone detenute in carcere sono passate da 59.060 a 65.702, con un incremento dell'11% ed una media di circa 670 persone in più ogni mese.

ALLARME DEL SAPPE - A gestire questa situazione 24 ore al giorno, 365 giorni l'anno, c'è solo la polizia penitenziaria che nello stesso periodo è scesa di 552 unità nonostante gli ingressi di oltre 200 agenti in prova nei mesi scorsi. A rendere noti gli ultimi dati penitenziari nazionali, aggiornati ad oggi, è Donato Capece, segretario generale del sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe.

«Ci chiediamo dove sono ora le centinaia di persone tra parlamentari, consiglieri regionali e provinciali che hanno aderito all'iniziativa dei Radicali di visitare le carceri lo scorso ferragosto? Che cosa hanno «prodotto» queste persone - dice in una nota - in virtù dei loro mandati rappresentativi?. I giorni seguenti quella storica visita abbiamo chiesto a chi ha organizzato e partecipato a quella storica sequenza di visite, di intervenire e confrontarsi politicamente entro i successivi cento giorni. Oggi - rileva - scaduti quei cento giorni, quali sono i frutti di quelle visite ipocrite? Ognuna di quelle persone, nessuna esclusa, si può ritenere politicamente responsabile di quello che sta avvenendo all'interno degli istituti penitenziari della Repubblica Italiana, in cui i suicidi e i decessi che tanto fanno scalpore sono solo la punta dell'iceberg».