28 gennaio 2020
Aggiornato 01:00
Politica e informazione

Franceschini: «Con attacchi a stampa Berlusconi ricorda fascismo»

«Crede che espressione catto-comunisti sia un'offesa»

ROMA - Il premier Silvio Berlusconi «ricorda da vicino il fascismo con questi attacchi alla libertà di stampa». Lo ha detto il segretario del Pd Dario Franceschini, da Mogliano Veneto, ai microfoni di Sky Tg24.

«Era un po' - ha aggiunto - che Berlusconi non usava il ritornello dei cattocomunisti. Lui pensa che questa definizione sia un'offesa ma non sa, o finge di non sapere, che i comunisti italiani si sono battuti assieme a persone di altre culture politiche, fra cui la mia, per riconquistare la libertà nel nostro paese, per sconfiggere il fascismo».