19 gennaio 2020
Aggiornato 19:00
Al termine di una complessa attività di indagine

Bologna, polizia postale sgomina banda clonatori carte di credito

Effettuati diversi arresti, sequestrati phone-center

BOLOGNA - La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bologna al termine di una complessa attività di indagine ha concluso nella notte una vasta operazione di Polizia Giudiziaria connessa al fraudolento utilizzo di codici di carte di credito di illecita provenienza. Sono stati effettuati diversi arresti e sottoposti a sequestro vari phone-center.

Responsabile del vasto traffico, per diversi milioni di euro, è risultata una banda di stranieri di origine camerunense, capeggiata da boss con estese competenze informatiche.

Proprio in alcuni phone-center di città emiliane - informa una nota della Polizia di Stato - venivano venduti alla metà del loro prezzo i servizi on line più svariati, quali biglietti di viaggio, bollette di gas ed acqua e quant'altro pagabile via internet.

L'operazione ha poi portato a scoprire traffici internazionali di intere banche dati di identità digitali trafugate.

Ulteriori dettagli verranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle 12.00 presso il Compartimento della Polizia Postale in via Zanardi 28 Bologna.