27 novembre 2020
Aggiornato 00:00
Partito Democratico

Binetti: «Teodem fuori se il nuovo leader fosse Marino»

«Non mi candido, darò appoggio esterno a Franceschini»

ROMA - «Se Ignazio Marino dovesse vincere le primarie del PD, ma il problema non si pone perché non accadrà, e mantenesse le sue attuali posizioni su molti temi i teodem uscirebbero dal Pd». Lo ha detto Paola Binetti intervistata da Klaus Davi per il programma KlausCondicio.

«Attualmente le posizioni che Marino ha assunto su molti temi sono inconciliabili con le nostre - osserva l'esponente tedome -. Ma non vincerà, non può vincere. E' giusto che chi governa possa avere una visione globale capace di includere e anche valorizzare tante visioni parziali facendone un mosaico che alla fine abbia un significato e un valore, che parli al Paese».

Binetti esclude poi una sua candidatura alla segreteria: «per questi due motivi: a livello personale penso di non avere delle capacità e anche perché mi percepisco come un soggetto che esprime una parte di consenso nel Paese, ma non la parte maggioritaria. Per ora il mio appoggio è un appoggio 'esterno a Franceschini' per storia e per cultura, e quello che potrebbe essere il soggetto e la persona, ma soprattutto il progetto che meglio incarna i valori e la tradizione a cui io mi riferisco».