16 settembre 2019
Aggiornato 00:30

Napoli, blitz contro camorra e usura: 7 fermati

Due gruppi che agivano a Casavatore e a San Giovanni a Teduccio

NAPOLI - I carabinieri e la Guardia di finanza di Napoli hanno fermato 7 persone ritenute responsabili di estorsione e usura, aggravati dal metodo mafioso.

I militari hanno scoperto l`esistenza e l`operatività di due gruppi di usurai, il primo composto da elementi del gruppo «Pagano-Ferone» degli scissionisti del clan Di Lauro operante a Casavatore, nell`hinterland a nord di Napoli, l`altro collegato al clan «Reale», operante nel quartiere di San Giovanni a Teduccio.

Nel corso delle indagini è stato accertato che i due gruppi avevano nel mirino due imprenditori: un impresario musicale costretto a cedere quote della propria società e 200.000 euro nonché un grossista di libri costretto a cedere la sua azienda del valore di 1.500.000 euro.