28 gennaio 2020
Aggiornato 02:30

Terremoto, Moige: sostegno alle famiglie sfollate con «un nido per L’Aquila»

Da domani attivo il numero verde 800.090.119 per comunicare la propria disponibilità a ospitare le persone rimaste senza casa

ROMA - Per sostenere in maniera concreta tutte le famiglie che hanno perso la casa in seguito al sisma che ha colpito la Regione Abruzzo, il Moige - Movimento Italiano Genitori ha realizzato il progetto ‘Un nido per L’Aquila’.

Da domani, mercoledì 8 aprile, tutti coloro che vorranno offrire ospitalità alle persone sfollate, mettendo a disposizione posti letto nella propria abitazione o presso una seconda casa non abitata, potranno chiamare il numero verde 800.090.119 - attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 15.00 - o compilare il modulo apposito sul sito www.genitori.it lasciando i propri recapiti e indicando la propria disponibilità.
Una volta ricevute le adesioni, il Moige fornirà tutti i dati alla Protezione Civile che avrà così modo di esaminare tutte le offerte e provvedere al meglio.

Chi non ha la possibilità di offrire posti letto ma desidera ugualmente contribuire al sostegno delle popolazioni colpite, può farlo inviando un aiuto economico tramite il conto corrente bancario intestato a MOIGE (codice IBAN: IT 11 Y 01030 03231 0000 0107 4004) con causale ‘Emergenza terremoto Abruzzo’ o tramite il conto corrente postale n° 96998000 intestato a MOIGE (codice IBAN: IT 58 I 076 0103 2000 009 6998 000) con causale ‘Emergenza terremoto Abruzzo’.

In questo momento delicato il Moige si stringe a tutte le famiglie colpite dal sisma e spera che ‘Un nido per L’Aquila’ possa alleviare almeno in parte il dolore e le sofferenze di quanti sono coinvolti in questa terribile tragedia attraverso la ‘normalità’ che una casa può offrire.