19 gennaio 2020
Aggiornato 16:30

Beppino Englaro dai Carabinieri: «Sono tranquillo ma dispiaciuto»

L'uomo indagato per omicidio volontario ha sbrigato alcune formalità burocratiche

«Sono tranquillo ma anche dispiaciuto perché avrei preferito investire in altro modo le mie energie e il mio tempo». E' quanto ha detto Beppino Englaro, prima di comparire davanti ai carabinieri di Udine per essere ascoltato nell'inchiesta che lo vede indagato insieme ad altre 13 persone per omicidio volontario.

Il padre di Eluana si è fermato nella caserma solo un quarto d'ora durante il quale ha sbrigato alcune formalità burocratiche, ha nominato i suoi difensori ed eletto il suo domicilio, ed è stato ufficialmente informato dai militari di essere sottoposto a indagine per l'ipotesi di concorso in omicidio pluriaggravato per la morte della figlia. Con lui sono indagate altre 13 persone. Beppino Englaro non avrebbe fatto nessuna dichiarazione ai Carabinieri.