17 giugno 2024
Aggiornato 08:00

«Dimissioni Pittelli atto d'accusa contro De Magistris, Santoro e Travaglio»

Lo dichiara l’on. Fabio Evangelisti, vicepresidente dell’Italia dei Valori alla Camera

«Ci sarebbe piaciuto, di fronte alle dimissioni dell’on. Pittelli, limitarci a parole di sincero apprezzamento per un gesto che, nel panorama politico italiano, è sicuramente inusuale. Ma le sue dimissioni non sono state altro che un atto politico che puntava a mettere sul banco degli imputati la magistratura, De Magistris, ed esponenti del mondo dell’informazione, Santoro e Travaglio» lo dichiara l’on. Fabio Evangelisti, vicepresidente dell’Italia dei Valori alla Camera.

«Ma il soufflé preparato dall’on. Pittelli si è subito sgonfiato appena l’Italia dei Valori ha aperto il forno per andare a vedere la consistenza dell’impasto – aggiunge Evangelisti - e l’azione dell’Italia dei Valori qualche risultato l’ha prodotti se è vero che, nel segreto dell’urna, più di 70 deputati hanno votato per l’accoglimento delle dimissioni di Pittelli».

«Non è stata una pagina edificante di confronto parlamentare ma, per rimanere alla metafora culinaria, con lo chef che c’è a palazzo Chigi non si poteva cucinare piatto migliore» conclude Evangelisti.