19 agosto 2019
Aggiornato 12:30
Polemiche sul piano anti-crisi del Governo

«Piano Governo inadeguato soprattutto per Mezzogiorno»

Lo dichiara Sergio D'Antoni, responsabile Mezzogiorno del Pd

Il cosiddetto piano anticrisi, preannunciato dal governo, è del tutto insufficiente e inadeguato a sostenere il potere d'acquisto di salari e pensioni, specialmente nel Mezzogiorno, dove la recessione sta colpendo e colpirà più duramente che altrove. L'ottimismo non si infonde con compassionevoli regali natalizi. La domanda non si rilancia a forza di spot pubblicitari.

Servono riforme strutturali e durature. Provvedimenti seri, concreti, in grado di proteggere i risparmi delle famiglie e allentare la morsa creditizia, che stritola gli imprenditori meridionali. Imprenditori, già colpiti mortalmente dal governo Berlusconi con lo smantellamento dell'automatismo sul credito d'imposta.

È necessario dunque ripartire da qui, dal ripristino immediato di questo strumento, in grado di incentivare nel breve termine gli investimenti produttivi e di salvaguardare, così, lo sviluppo e i livelli di occupazione nelle aree più deboli del Paese.