23 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Forze dell’Ordine

Bordo: «bene Mantovano, suo intervento pone fine ad imbarazzante silenzio Governo»

«Qualunque sostegno al meritorio sforzo compiuto localmente da Procura e forze dell’ordine è il benvenuto»

«Era ora che il Governo facesse sentire la propria voce dopo gli ennesimi fatti di sangue che hanno coinvolto vittime innocenti». Così Michele Bordo, deputato del Partito Democratico, commenta la richiesta, avanzata dal sottosegretario Mantovano al prefetto foggiano, di convocare il Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza e affrontare «l’emergenza sicurezza in cui è precipitata Foggia, anche per la mancanza di interventi strutturali di rafforzamento degli apparati dello Stato».

«Qualunque sostegno al meritorio sforzo compiuto localmente da Procura e forze dell’ordine è il benvenuto – continua Bordo – ma bisogna uscire dalla logica emergenziale e investire risorse nella costruzione di un più ampio e integrato apparato di prevenzione e repressione del crimine.
Sono anni che istituzioni e associazioni locali lanciano appelli per un adeguamento delle piante organiche delle forze dell’ordine alle nuove esigenze, per l’assegnazione di un maggior numero di magistrati, per l’ istituzione del commissariato di San Nicandro Garganico e della sezione staccata della Corte d’Appello.

Basterebbe quest’ultimo intervento – sottolinea Bordo – a garantire anche la presenza diretta sul territorio della Direzione distrettuale antimafia, con un indubbio vantaggio sulla qualità della collaborazione con la Procura e le forze dell’ordine.

Confido nella serietà del sottosegretario Mantovano – conclude il deputato del PD – e mi auguro che siano, finalmente, adottate tutte le misure utili a costruire una seria e severa risposta all’attacco criminale sferrato dai clan in lotta tra loro».