12 luglio 2020
Aggiornato 18:00

«Somiglia a Denise». Ora si attende l'esame del DNA

E' una bambina trovata su un'isola greca accompagnata da una donna albanese che dice di essere la madre. Cauta Piera Maggio che aspetta i riscontri

Sono attesi per domani mattina i risultati della comparazione del Dna tra quella che potrebbe essere Denise Pipitone e la donna albanese che sostiene di essere la madre. La bambina è stata notata ieri a Kos, in Grecia, da una turista italiana. In un primo momento si era diffusa la notizia che la piccola parlava perfettamente la nostra lingua mentre la presunta madre, una donna albanese, no. Il legale della famiglia Pipitone però ha smentito questo particolare.

Oggi la donna sarà interrogata dal procuratore di Kos. Se risulterà che non è la madre della piccola allora il Dna della bambina verrà confrontato con quello della mamma di Denise. La polizia greca ha riferito che la bambina ha un segno sotto l'occhio, come la bambina scomparsa in Italia quattro anni fa. Dal canto suo Piera Maggio, è molto cauta e aspetta i risultati degli esami.