19 ottobre 2020
Aggiornato 18:00

Non è Denise Pipitone la bimba trovata in Grecia

L'esame preliminare del Dna rivela che la piccola è davvero figlia della donna albanese che la accompagnava

La speranza è durata poco: l'esame del Dna ha escluso che la bimba trovata in Grecia sia Denise Pipitone, la piccola scomparsa quattro anni fa da Mazara del Vallo. A riferirlo è stata la polizia greca. Gli esami genetici preliminari, che saranno ufficializzati domani, hanno rivelato che la bambina di otto anni individuata sull'isola di Kos è in realtà proprio la figlia della trentenne albanese che la accompagnava.

La donna aveva dichiarato di essere la madre della ragazzina, ma non era stata creduta ed era stata arrestata. La bambina somigliava alla piccola Denise e secondo alcune testimonianze, poi smentite, conosceva bene la lingua italiana.